Irina Panyukova: “Non sono uomini nati, diventano loro”

Biologico appartenente al sesso maschile è piuttosto solo la base su cui è costruita la costruzione della mascolinità. Ma predetermina l’architettura di questo edificio. Spiega il sessuologo.

Psicologie: La frase di Simona de Bovoir “Le donne non nascono, ma diventano” un tempo ha consegnato le idee sulla femminilità. Lo scrittore e filosofo ha dichiarato risolutamente che la biologia determina lontano da tutti. È possibile dire la stessa cosa sugli uomini?

E. P.: È parzialmente possibile. Anche se sarebbe più vero che sia donne che uomini non sono solo nate, ma anche diventano. Inoltre, questo processo continua per tutta la vita. Nell’infanzia, i meccanismi biologici svolgono un ruolo decisivo. E più anziano è la persona, più importanti sono i meccanismi di psicologico, sociale e spirituale. La cosa principale è capire che le proprietà biologiche iniziali non sono definitive, non definitive e non fatali. Puoi confrontarlo con lo sport. Immagina due ragazzi: uno ha abilità brillanti per una sorta di sport, l’altro ha un mezzo medio. Può scoprire che dopo 10 anni, uno che è dotato di meno abilità raggiungerà risultati più elevati? Naturalmente, forse: a causa della formazione organizzata con competenza, degli sforzi di forza e di molti altri fattori. Lo stesso si può dire sulla formazione di qualità che determinano l’uomo.

Irina Panyukova. Psicoterapeuta, candidato alle scienze mediche, professore associato dell’Accademia medica russa per l’educazione post -laurea.

Come queste qualità “si allenano”?

E. P.: Tutto dipende da quale di essi è considerato determinare. Ad esempio, fino a poco tempo fa, era consuetudine dire che l’esercito sta trasformando i ragazzi in uomini. E i giovani che hanno servito erano una forza davvero indipendente, fisica, si potrebbe dire, più mascolinità rispetto a non servire i coetanei. Le ragioni sono molto semplici: la separazione dal solito ambiente, la mancanza di influenza dell’ambiente più vicino, lo sforzo fisico costante, un nuovo cerchio in cui è necessario affermare se stesso – e prima di tutto con metodi forti. Qui hai un allenamento.

La tua risposta implica un insieme molto specifico di qualità che definiscono un uomo.

E. P.: Per niente, ho chiarito che tutti sono liberi di determinare queste qualità. Credo che gli uomini di oggi siano fortunati: vivono in un momento in cui non è necessario affermare solo con l’aiuto della forza fisica. Possono trovare il loro posto nella vita e guadagnare autospidenza in vari modi – a causa dell’intelligenza, delle abilità sociali ..

Tuttavia, devi ammettere che negli ultimi decenni sono state aperte molte più capacità sociali solo per le donne. Questo significa un restringimento delle opportunità per gli uomini?

E. P.: Hai ragione che sono state le donne a avere più opportunità. Ma non c’è bisogno di parlare di alcun restringimento dei beni maschili. Come massimo – in merito all’aumento della concorrenza. Ma questo dovrebbe essere solo per gli uomini utili! Il comportamento competitivo è una delle caratteristiche dovute al più appartenente al sesso maschile.

E. P.: Questo è forse l’argomento più importante nel parlare di mascolinità. Ci sono qualità androgenetiche così chiamate, originariamente determinate dalla produzione di androgeni – ormoni sessuali maschili. Possono apparire a vari livelli e in qualsiasi campo della vita. E più maschili, più attivamente questi ormoni sono prodotti in esso, più forti appariranno le qualità appropriate. Il comportamento competitivo si applica con loro precisamente.

“Dicono che un uomo abbia paura dell’energia o del successo di sua moglie. NO! La percepisce involontariamente come un altro uomo “

Quali altre qualità possono essere considerate androgenetiche?

E. P.: Ce ne sono circa venti. Ad esempio, comportamento gerarchico. Se guardi tutte le comunità puramente maschili – dall’esercito agli ordini monastici – allora ovunque troverai una struttura gerarchica molto rigorosa. Le stesse qualità includono il comportamento territoriale: la necessità del proprio spazio, libera dalle invasioni di altri maschi ..

Maschi di animali risolvono questo problema dal fatto che segnano il loro territorio

“Non riuscivo a raggiungere l’orgasmo, e il mio nuovo ragazzo anziano mi ha dato un vibratore tascabile in modo che finalmente scoprirei cosa fosse. Sperava che dopo tale esperienza avrei imparato a cum e il solito modo. Abbiamo guidato a casa, ma non avevo 5 fatti concreti sulla gelosia pazienza per aspettare la sera, e ho deciso di provare il regalo proprio in macchina. Il giocattolo ha lavorato meraviglie!

. E in ciò che si manifesta il comportamento territoriale degli uomini moderni?

E. P.: Bene, ad esempio, nel fatto che per ore senza motivo per una donna, sporgono in un garage o in un seminario. Non possono fare nulla lì, è importante per loro sentire di essere sul loro territorio. E ci sono anche modi per “segnare” il territorio: le camicie sparse in tutta la casa, le magliette e altri oggetti toilette sono solo una tipica manifestazione di comportamento territoriale. E la conseguenza del livello inizialmente alto degli ormoni sessuali maschili.

In questo caso, una donna che rimuove invariabilmente tutte queste camicie e magliette in un armadio ..

E. P.: Bussa al programma di un uomo, assolutamente vero. La stessa cosa accade in una situazione più classica. Dopotutto, la stessa relazione di un uomo e una donna inizialmente è, dal punto di vista maschile, la relazione di un cacciatore e preda. Persegue, lei scappa, questo è anche un programma androgenetico. Ora immagina cosa sta succedendo quando il gioco si gira improvvisamente e si precipita verso il cacciatore a braccia aperte. Lui, in primo luogo, è noioso per la sorpresa. E in secondo luogo, quasi sicuramente rifiuterà una tale “preda”.

E non vi è alcuna valutazione morale del comportamento di una donna in questo?

E. P.: NO. Il loro uomo può inventare retroattivamente. Ma inizialmente è proprio il fallimento del programma androgenetico. E a proposito, tornando alla situazione della concorrenza. È abbastanza possibile tra uomini e donne. Questo sta solo entrando, è importante che le donne comprendano quanto segue. In competizione con una donna, un uomo di un certo momento smette di distinguere una donna in lei. E agisce allo stesso modo in cui avrebbe agito, in competizione con gli uomini. A livello di relazioni commerciali, questa è una normale rigidità. Ma se i concorrenti sono anche coniugi o solo partner, tutto è più complicato. Gli uomini molto spesso reagiscono a una diminuzione della potenza. In tali situazioni, è consuetudine dire che un uomo aveva paura dell’energia o del successo di sua moglie. Sì, non aveva paura di nulla, piuttosto inconsciamente cominciò a percepirla come un altro uomo! Questa è biologia ed è difficile fare qualcosa con essa.

发表评论

您的电子邮箱地址不会被公开。 必填项已用*标注